Bruna Esposito, con “Fiori nel Mare”, al Collegio delle Arti dell’Università di Coimbra

LISBONA – L’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona inaugura l’Esposizione ‘Fiori nel Mare’ di Bruna Esposito al Collegio delle Arti dell’Università di Coimbra, venerdì 14 settembre 2018 alle ore 18.

L’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona presenta, per la prima volta in Portogallo, le opere di Bruna Esposito, con la personale dal titolo ‘Fiori nel Mare’ curata da Enzo De Leonibus e con inaugurazione prevista per le ore 18 di venerdì, 14 settembre presso il Collegio delle Arti dell’Università di Coimbra.

L’Esposizione s’inserisce nell’ambito delle mostre d’arte contemporanea organizzate dall’Istituto e anticipa la programmazione prevista dall’ IIC per la Prima edizione della Rassegna “Giornata del Contemporaneo – Italian Contemporary Art”, coordinata dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Direzione Generale Arte Contemporanea, Architettura e Periferie Urbane del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che avrà luogo dall’8 al 13 ottobre 2018, in concomitanza con la “Giornata del Contemporaneo” realizzata sin dal 2005 da AMACI e MIBACT.

Come scritto dall’artista Bruna Esposito “Fiori nel mare, è il titolo che desidero dare alla mostra. Immaginando il dialogo tra alcune opere, prescelte per offrire al visitatore un’esperienza soave e al contempo satura di quesiti, mi attengo al tema archetipo che mi sono prefissa: i fiori nel vaso. Nel domandarmi perché i fiori, e perché il vaso, tento di dare risposte e mi accorgo che hanno il profumo della metafora. Non c’è nulla più dei fiori che rappresenti la bellezza, nulla di più primordiale che tentare di disporli per amplificarne la bellezza secondo il proprio gusto. All’origine, da un verso, è il gesto primo e semplice del portare la bellezza presso di sé, renderla nello spazio, per lo spirito e per gli altri; dall’altro verso, il mare e la sua immensità. Oggi il nostro mare, il Mediterraneo, è un vaso però colmo di tragedie e conflitti. Forse questo è il mio tentativo, non chiudere gli occhi bensì tenerli aperti e guardare in faccia l’angoscia, senza tuttavia perdere di vista ciò che è bello e, ringraziando i fiori e il mare, sempre lo sarà” (Bruna Esposito, 7 Giugno 2018).

Immagine Bruna Esposito Tulipano Nero foto Agostino Osio Fiori nel Mare Collegio Arti Universita Coimbra oggiurnal
Immagine: Bruna Esposito – Tulipano Nero, 2004-2208 – foto © Agostino Osio

L’Esposizione è visitabile fino al 25 ottobre 2018, dal lunedì al venerdì: dalle 14 alle 18. Inaugurazione dell’Esposizione ‘Fiori nel Mare’ di Bruna Esposito, curata da Enzo De Leonibus.

Bruna Esposito è nata a Roma 1960 e ha vissuto a New York e Berlino. Utilizzando linguaggi differenti realizza opere che coinvolgono i diversi sensi; con gesti semplici, legati alla quotidianità, materiali della vita di tutti i giorni la Esposito crea delle opere da esperire più che da osservare. Elemento caratteristico nel suo lavoro è la transitorietà: una transitorietà strutturale data dalla scelta di materiali deperibili, ma più l’opera diventa effimera più viene sottolineata la sua potenza. L’artista mette così in scena una realtà altra, regolata da leggi differenti, in cui materiali di uso quotidiani vengono poeticamente trasformati e assumono nuovi significati. Le sue opere, pur nella loro diversità, si articolano su alcuni principi : chiarezza strutturale, economia di mezzi espressivi e analisi delle relazioni spaziali.

Ha partecipato a diverse rassegne internazionali e nel 1999, insieme ad altre artiste italiane, vince il Leone d’Oro per la miglior partecipazione nazionale. Tra le mostre collettive più prestigiose ricordiamo Documenta a Kassel nel ’97, La ville, le jardin la mémoire, Villa Medici, Roma (1998), La Biennale di Venezia nel ’99 e nel 2005, la Biennale di Istanbul nel 2003 e quella di Gwanjiu in Corea nel 2004; La Quadriennale di Roma nel 1996 e nel 2008; Une histoire privée, Maison Européene de la Photographie, Parigi nel 2006; Italics, Palazzo Grassi, Venezia nel 2007, Terre Vulnerabili, Hangar Bicocca, Milano e Spazio, MAXXI, Roma nel 2010. Alcune delle mostre personali più significative: nel 2007 Compro Oro, all’Edicola Notte, Roma, nel 2002 al Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli e a Castel Sant’Elmo, Napoli nel 2002. Nel 1999 vince l’Italian Studio Program P.S.1 a New York.

RICERCHE CORRELATE

Eccezionale esposizione dai Carabinieri: una testa in marmo, raffigurante l’Imperatore Tiberio

L’esposizione “Artisti e capolavori dell’illustrazione. 50 Illustrators Exhibitions 1967-2016” inaugura in Polonia a Wroclav

“Idea” personale di Mauro Massari. Esposizione dal 10 al 31 gennaio 2016 a Orzinuovi