Sergio Marchionne nella vita di Torino, senza mai tirare il fiato dopo una conquista

TORINO – Lorenza Morello: il saluto di Torino a Marchionne. “È stata una cerimonia in puro stile sabaudo quella di oggi in Duomo. Una folla silenziosa e discreta che si è riunita attorno a una persona che a questa città ha dato molto”, queste alcune delle parole di Lorenza Morello (giurista d’impresa) e  presente stamani in chiesa per la commemorazione di Sergio Marchionne.

“Le parole del vescovo Nosiglia – prosegue Morello – sono state più che mai legate al nostro territorio e pregnanti, così come forte è stata la commozione di tutta la platea, me compresa, al discorso di John Elkann che ha ricordato come non si possa che parlare della vita in queste occasioni di ricordo. Delle varie forme in cui la vita si manifesta, si scopre, ti sorprende. Guai a sostare un attimo, a tirare il fiato dopo una conquista, perché la vita non si ferma, si muove in continuazione, ed è sempre da scoprire, avanti, più avanti. Mai uguale a se stessa. Imprevedibile, ogni volta, e imprevista”.

lorenza morello Sergio Marchionne Torino oggiurnal
Lorenza Morello

“Sergio, da lassù sarà sicuramente stato toccato da tanta vicinanza. Ma anche un po’ seccato, per le ore che abbiamo sottratto al lavoro per venire a salutare lui. Per questo, subito dopo, siamo tornati tutti alle nostre attività”, conclude la giurista piemontese.

RICERCHE CORRELATE

Lorenza Morello: diventiamo carne da macello di Social e grandi colossi commerciali

Lorenza Morello, donna dalle Due Patrie, entra negli Affari giuridici della Fondazione Italia-Usa

Lorenza Morello: M5S moderni patrizi. Di Maio e Salvini al potere grazie ai governanti precedenti