Vincenzo Cardarelli a Sibilla Aleramo: bontà e bellezza esprimono una forma di vita superiore

ROMA – Con Vincenzo Cardarelli la poesia è bellezza. Un classico del Novecento. Verso le celebrazioni dei sessant’anni della morte. Vincenzo Cardarelli ebbe sempre un rapporto particolare con la critica letteraria.

Leggi tutto “Vincenzo Cardarelli a Sibilla Aleramo: bontà e bellezza esprimono una forma di vita superiore”

Giuseppe Ungaretti non soltanto fulcro del Novecento, attraversa Socrate e Seneca

ROMA – Il Novecento letterario delle contraddizioni da Ungaretti a Pavese. Oltre le ombre di Platone. Se con Salvatore Quasimodo si può parlare dell’ombra di Platone, ovvero degli echi che si ascoltano nella caverna platoniana, facendo riferimento esclusivamente alla prima parte della sua poesia (quella fino al 1942 che raccoglie le liriche che costituiscono il nucleo centrale di tutto il vissuto di Ed è subito sera), con Giuseppe Ungaretti si va oltre.

Leggi tutto “Giuseppe Ungaretti non soltanto fulcro del Novecento, attraversa Socrate e Seneca”

Marco Salvario, i Racconti della Movida e la disperata richiesta di soluzioni da chi dovrebbe fare

COMO – Racconti della Movida, libro di Marco Salvario (2018 StreetLib, 122 pagine, formato cartaceo e formato elettronico). Ho letto con interesse questi racconti, scritti in maniera da immedesimarci con chi sta scrivendo, perché, in questo caso, chi scrive è anche la persona che ha subito e continua a subire i disagi che la movida ha portato nel suo quartiere. Leggi tutto “Marco Salvario, i Racconti della Movida e la disperata richiesta di soluzioni da chi dovrebbe fare”

Charles Aznavour. Bisogna essere istrioni per non morire del tutto!

ROMA – È morto Charles Aznavour. L’istrione della poesia. “Nel teatro che vuoi/ Dove un altro cadra’, io mi surclasserò”. Il poeta dei Canzonieri, degli amori tragici ed ironici, della Venezia che conosce il tempo della bellezza e delle macerie, dei luoghi di una Parigi assonnata e ricca di prevertiani modelli onirici…

Leggi tutto “Charles Aznavour. Bisogna essere istrioni per non morire del tutto!”

Veronica Della Pietra scrive “La nuvola testarda”, libretto per piccoli con disegni da fiaba

COMO – La nuvola testarda, libro di Veronica Della Pietra (2017 Grafica Roveda – Bollate (MI)). Quando mi trovo di fronte a un lavoro ben fatto, mi spiace sempre che l’artista non abbia avuto la possibilità di conoscere le persone giuste per valorizzare lo stesso.

Leggi tutto “Veronica Della Pietra scrive “La nuvola testarda”, libretto per piccoli con disegni da fiaba”

Apollion grecità di Salvatore Quasimodo. Isole metafora nei luoghi, non musealizzabili

ROMA – Nel Mediterraneo di Quasimodo. Il Mediterraneo delle parole e dei linguaggi vive nella lingua del mito di Salvatore Quasimodo. Il Mediterraneo degli incontri imprevedibili tra Ulisse, Cristo e Maometto. Il Mediterraneo ancora degli Orienti (i più Orienti che abbiano nella nostra storia e nelle nostre memorie) e dell’Occidente sono la parola di Quasimodo.

Leggi tutto “Apollion grecità di Salvatore Quasimodo. Isole metafora nei luoghi, non musealizzabili”

Concessioni di bar e palestre nelle scuole di Martina Franca, parla Raffaele Gentile

TARANTO – Caos bar e palestre negli istituti superiori, la replica del vicepresidente della Provincia di Taranto, Gentile, al sindaco di Martina Franca. Così commenta il vicepresidente della Provincia Raffaele Gentile in risposta agli articoli apparsi sulla stampa il 20 settembre 2018 in merito alla situazione delle concessioni di bar e palestre negli istituti superiori di Martina Franca: “Il sindaco Ancona e l’assessore Scialpi avrebbero fatto bene ad informarsi in maniera più puntuale prima di diffondere notizie non veritiere.

Leggi tutto “Concessioni di bar e palestre nelle scuole di Martina Franca, parla Raffaele Gentile”

Anna Maria Le Moli: ecco come si diventa bullo. Fragilità e inadeguatezza della vittima

ROMA – Le posso chiedere se, e cosa, e dove ci sono di più fenomeni. Il ceto sociale conta, oppure no quando paliamo di bullismo?

Leggi tutto “Anna Maria Le Moli: ecco come si diventa bullo. Fragilità e inadeguatezza della vittima”

Arrigo Boito nel percorso musicale che fa delle note il ritmo delle parole

ROMA – Arrigo Boito a cento anni dalla morte. Uno scrittore che ha rivoluzionato gli scapigliati. Se in Salvatore Quasimodo c’è la bellezza della Mater dulcissima e delle nebbie, in Arrigo Boito, appartenente a tutt’altra generazione, quella stessa madre diventa la madre in cui si sfoglia “il libro della vita”.

Leggi tutto “Arrigo Boito nel percorso musicale che fa delle note il ritmo delle parole”

Quanto Giacomo Leopardi vive nello sviluppo poetico del Decadentismo?

ROMA – Giacomo Leopardi sopra gli errori popolari degli antichi a 230 anni dalla nascita. Giacomo Leopardi ha sì legato poesia – musicalità o meglio poesia – liricità col vissuto, con le testimonianze del vissuto, ma ha anche saputo estrapolare la crisi della coscienza romantica e portarla ai livelli di una crisi universale.

Leggi tutto “Quanto Giacomo Leopardi vive nello sviluppo poetico del Decadentismo?”