Pia Di Marco – oggiurnal

Pia Di Marco

“Volare più in alto del sole” sapeva di ebbrezza folle, di mito. Ulisse a Sanremo

pia-di-marco-e-lut-immagine-in-evidenza-mamma

ROMA – Il palloncino volava, m’era sfuggito dalle mani e mio padre alzava le braccia verso il cielo e io mi tiravo su ed era difficile perché ero legata al passeggino e le sue mani, sempre grandi, ora erano piccole e lui, così alto, non era più alto del cielo e il pallone continuava a …

“Volare più in alto del sole” sapeva di ebbrezza folle, di mito. Ulisse a SanremoLeggi altro »

Ma che vita è se non ridi? Che i brandelli di memoria diventino mongolfiera!

pia-di-marco-e-lut-immagine-in-evidenza-mamma

ROMA – Sei mia sorella? – Sì. – Hai bevuto? – Tanto. – Alla fontana? – Sì. – Sei mio fratello? – Sono tuo figlio. – No, sei mio fratello. – Mamma, te lo ricordi Pino ‘o stuorto? – Sorella, ti ricordi la fabbrica dei mattoni? quanto lavoro. – E de chillo che se voleva …

Ma che vita è se non ridi? Che i brandelli di memoria diventino mongolfiera!Leggi altro »

Tonino Delli Colli fa la parte dell’Inquisitore per difendere il ‘suo Accattone’, di Pasolini. Non ci posso credere

Pia Di Marco ROMA – Il ‘caso Accattone’ 2. Un incontro ravvicinato del terzo tipo con Pier Paolo Pasolini: è quanto è avvenuto nel numero 42 – settembre 2016 di “Diari di Cineclub”, pp. 67-68, “Restauri – Il caso Accattone”. Pasolini, in una surreale (ma non meno reale) telefonata a una scrittrice appassionata di cinema, racconta …

Tonino Delli Colli fa la parte dell’Inquisitore per difendere il ‘suo Accattone’, di Pasolini. Non ci posso credereLeggi altro »

Pasolini e la sua sensibilità per i cattivi disperati. Un riferimento al giubileo della misericordia

Pia Di Marco ROMA – “Ciao!”  Il timbro è roco, l’accento, è esotico, tipico degli africani, sillabe lunghe  e ritmate. Inconfondibili suoni vibranti dove si è depositata la leggerezza della lingua dei colonizzatori. Mi fermo sulla scalea del parco, è buio pesto, è tardi per darsela a gambe e tornare sul viale, il lastrico tra …

Pasolini e la sua sensibilità per i cattivi disperati. Un riferimento al giubileo della misericordiaLeggi altro »

Se chiedi a un musulmano che cosa gli suggeriscono la Venere in scatola e la performance art di soli custodi maschi

Pia Di Marco ROMA – Una Venere capitolina dentro una scatola è una nuova scultura in chiave dadaista: arte che dissacra l’arte. E scegliere fra i custodi di un museo solo uomini significa mettere in scena una “performance art” davanti a un pubblico non preparato, a quanto pare, viste le critiche feroci di questi giorni. …

Se chiedi a un musulmano che cosa gli suggeriscono la Venere in scatola e la performance art di soli custodi maschiLeggi altro »

Le civilissime regioni del Nord Italia affidano i propri fetidi liquami alla schiera dei diavoli usciti dall’inferno del Sud

Pia Di Marco ROMA – Cristo si è fermato a Eboli e non può proseguire. Domenica pomeriggio, 24 gennaio 2016, Radio3, dalla sede Rai di Napoli trasmettono “Zazà”, il programma culturale dedicato al Sud. Il titolo della puntata è “Paesaggi e disagi” e  si apre con la presentazione del libro  Così ti ho avvelenato, di …

Le civilissime regioni del Nord Italia affidano i propri fetidi liquami alla schiera dei diavoli usciti dall’inferno del SudLeggi altro »

Bella la strategia della tensione per spostare coscienze come branchi di pecore da un pascolo all’altro

Pia Di Marco ROMA – “Il centro del potere decisionale si è spostato” scrive Massimo L. Salvadori (Democrazia. Storia di un’idea tra mito e realtà, dall’antica Grecia al mondo globalizzato, Donzelli, Roma 2015), non è più dei singoli Stati, ma delle oligarchie finanziarie e industriali. Dopo il crollo politico e morale del comunismo totalitario, l’offensiva …

Bella la strategia della tensione per spostare coscienze come branchi di pecore da un pascolo all’altroLeggi altro »